Cerca news

News & Eventi

 
 
Articoli

E' cominciata una nuova VITAE per AIS

04 novembre 2014
  Presentata la nuova guida dell'Associazione Italiana Sommelier che, dopo il divorzio da Ricci-Bibenda, naviga in solitaria a vele spiegate, senza voler fare concorrenza ad altre pubblicazioni. La guida sarà infatti inviata esclusivamente ai soci dell'associazione, che “in questo modo potranno approfondire la propria conoscenza sul mondo del vino” - spiega il Presidente di AIS Italia, Antonello Maietta, durante la conferenza stampa di lancio della guida che si è tenuta lunedì 3 novembre, presso il Magna Pars Event Space di Milano.

Un lavoro titanico, quello di AIS Italia, che ha visto coinvolti 900 degustatori suddivisi in 22 commissioni che hanno selezionato 10 mila etichette, sulle 28 mila pervenute. Una Bibbia del vino da 2160 pagine, dove per ogni bottiglia è possibile trovare i dati principali sulla vinificazione, i vitigni, le caratteristiche organolettiche e gli abbinamenti consigliati. 

Quattro le fasce di valutazione previste rappresentate da viti stilizzate: 1 vite corrisponde al range di punteggio 75-79, 2 viti a 80-84 punti, 3 viti a 85-89 punti e 4 viti oltre i 90 punti.

Una guida che promette di raccontare in lungo e in largo l'Italia del vino, non solo quella commercialmente arcinota, ma anche quella delle microrealtà di pregio. E' questo il senso dei 25 Tastevin assegnati durante la presentazione della guida ad aziende che hanno fatto la storia qualitativa del loro territorio. Tra questi ritroviamo piccole perle qualitative come il Moscato di Scanzo, il Torchiato di Fregona, la Tintilla del Molise e la Biancolella ischitana, a testimonianza che i vitigni autoctoni sono l'architrave di tutta la complessa architettura produttiva italiana.

social media